domenica 14 novembre 2010

Tensione tra la Gran Bretagna ed Israele

(fonte: Corriere della Sera), a cura di Roberto Di Ferdinando

1 commento:

Recinto Internazionale ha detto...

Da alcune settimane i rapporti diplomatici tra la Gran Bretagna ed Israele sono caratterizzati da polemiche e tensioni. Nella visita ufficiale del Ministro degli esteri britannico, William Hague, in Israele, si è percepita tutta questa tensione. La causa: la continua presenza in Gran Bretagna della Legge sulla competenza universale, cioè di una norma che permette a qualsiasi giudice, in questo caso britannico, di citare in giudizio, sulla base di una denuncia presentata da un comune cittadino, un leader mondiale a cui si attribuisca una condotta con rilevanza penale. Ecco, quindi, la denuncia per ”crimini di guerra” di un associazione filopalestinese contro il vicepremier israeliano, Dan Meridor, vicepremier che è stato costretto, così, ad annullare il viaggio ufficiale a Londra per evitare l’onta di un eventuale ordine d’arresto non appena avesse toccato il suolo britannico. Il Ministro degli esteri israeliano, Avigdor Lieberman, protestando ufficialmente con Londra, si è sentito costretto ad annullare con la Gran Bretagna il dialogo strategico, una serie di incontri diplomatici tra i due paesi. Meridor non è il primo politico israeliano ad essere stato oggetto di un ordine d’arresto da parte d’autorità giudiziarie straniere, in particolare britanniche per la politica israeliana verso i palestinesi; prima di lui i leader Olmert, Tzipi Livni e Barak.
RDF